Cantina
Azienda Agricola Pratello

Cantina

Cantina

La cantina, situata nel cuore del borgo medioevale-rurale della frazione Pratello, è completamente interrata: una parte di recente realizzazione destinata alla zona di fermentazione e di imbottigliamento e un'altra, storica, dove trovano dimora le botti di legno per l'affinamento di riserve pregiate.

Dotata delle più moderne tecnologie per la migliore lavorazione delle uve, anche la cantina si sottopone ai criteri della filosofia aziendale, per cui poco o quasi nulla, sia di provenienza "esterna". Si vinificano infatti solo ed esclusivamente le uve provenienti dai vigneti di proprietà, dei territori della Lugana e della Valtenesi.

Tradizione e innovazione, questi sono i principi su cui si poggia la filosofia di Pratello. La tradizione si rispecchia nel nome della valorizzazione dei vitigni autoctoni (come Turbiana, Manzoni Bianco, Rebo, Groppello, Marzemino) e nel rispetto delle regole della natura. L’innovazione sta invece nel ricercare le attenzioni più elevate nella gestione del vigneto e nelle tecniche di vinificazione.

Zona di fermentazione

Zona di fermentazione

Il centro aziendale ospita la cantina di fermentazione, completamente interrata, che permette alle uve di potervi arrivare per gravità.

Oltre ai tini in acciaio, trovano spazio presse inertizzate, gestione centralizzata delle temperature per ogni singolo serbatoio e filtro tangenziale. E queste sono solo alcune delle attrezzature che l’azienda utilizza per esprimere al meglio la qualità delle uve.

Zona di affinamento

Adiacente la cantina di fermentazione, troviamo la zona d’affinamento, di antica origine, realizzata in mattoni a volte.

Per l’affinamento del Nero per Sempre l’azienda utilizza botti da 20 hl in rovere di Slavonia; barrique e tonneau per l’affinamento del Mille1. Questa zona viene utilizzata anche per l’affinamento in bottiglia, circa 3/6 mesi di riposo, prima dell’etichettatura. A completare la zona troviamo il Brut Metodo Classico creato in due versioni: bianco e rosé, che giacciono sui lieviti per circa 24-36 mesi.

Zona di affinamento
Zona imbottigliamento

Zona imbottigliamento

Pratello dispone di una propria linea di imbottigliamento, che permette all’azienda di essere completamente autosufficiente nel ciclo produttivo.

L’impianto opera in diverse fasi: la più importante è l'imbottigliamento. Prima di questa operazione, ogni singola bottiglia viene insufflata di gas inerte (azoto) per ridurre al massimo il quantitativo di ossigeno presente in essa. Questo passaggio permette un ridotto utilizzo di solfiti come conservanti. I tappi utilizzati sono esclusivamente in sughero naturale con una microporosità omogenea. Ogni bottiglia è identificata e attraversa un numero di lotto che permette di tracciare tutto il percorso del vino contenuto. Alla fine del processo d’imbottigliamento, le bottiglie vengono lasciate in affinamento per al meno 3-6 mesi prima di essere messo in commercio.